Osservatorio sui Bisogni sociali

“Abbiamo organizzato questo incontro perché crediamo molto a questo progetto, abbastanza ambizioso, che si collega a tutta la nostra attività che stiamo costruendo, legata allo Sportello sociale, ai Bisogni sociali, al ruolo delle Leghe SPI operanti sul territorio. Ed è un’attività da consolidare” – Questo, uno dei punti sottolineati da Daniele Tronco, Segretario SPI CGIL Metropolitano Venezia, nella sua relazione introduttiva alla riunione riguardante l’Osservatorio sui Bisogni sociali.
“L’Osservatorio è il frutto di una ricerca sulle Leghe SPI a partire dal 2017/18, conclusasi con un documento nel 2019. Lo SPI – continua Tronco – punta molto sulle nostre Leghe, sulla nostra struttura territoriale e quindi ci siamo impegnati fortemente affinché ci fosse una pratica effettiva. Dopo il Covid, si è iniziata una fase di sperimentazione dell’Osservatorio, che ha visto la nostra Lega SPI di Chirignago Zelarino, svolgere la sperimentazione. Questa ricerca e questo Osservatorio sistematizza con i suoi aspetti procedurali ben precisi, e ci fa conoscere meglio quali sono i bisogni sul nostro territorio”.
La riunione ha visto, altresì, la sua parte tecnicamente espressa da Susanna Felicetti, del Dipartimento Organizzazione Nazionale e coordinatrice del Progetto e da Assunta Ingenito, referente operativa dell’Osservatorio sui Bisogni sociali, illustrato dalla stessa mediante slides esplicative.
A seguire, i vari interventi dei Segretari di Lega, a partire da Nadi Pettenò, Segretario Lega SPI Chirignago Zelarino, una della prime Leghe ad essere oggetto e soggetto attivo di questa esperienza, distinguendosi per aver raggiunto gli obbiettivi preposti.