“RIAFFERMARE CON FORZA I VALORI FONDANTI DI DEMOCRAZIA E LIBERTA'”. LO SPI METROPOLITANO RISPONDE A DICHIARAZIONI BRUGNARO

“Linguaggio inaccettabile” questo il commento di Daniele Tronco, Segretario Generale dello Spi CGIL Metropolitano, a seguito delle dichiarazioni del Sindaco di Venezia, Luigi Brugnaro, nella conferenza stampa di lunedì 21 gennaio, affiancato dall’onorevole Giorgia Meloni di Fratelli d’Italia, per la presentazione del nuovo Assessore alla Sicurezza della Giunta veneziana, Giorgio d’Este.

“Il Sindaco – sottolinea Tronco – nel ribadire la sua intenzione di ricandidarsi con l’appoggio, altresì, di Fratelli d’Italia, presenta Venezia come il luogo in cui il centrodestra riesce di nuovo a tornare a governare il Paese, attraverso azioni e politiche mirate”.
“L’entrata in Giunta del neo Assessore aderente a Fratelli d’Italia, supportato dalle parole di elogio della leader del suo partito, Giorgia Meloni, che plaude alle azioni sulla sicurezza fin qui prodotte dal Sindaco Brugnaro- continua il Segretario del Sindacato Pensionati – ci deve vedere uniti nel rafforzare il sentimento antifascista, che ha da sempre visto la nostra città in prima linea a difesa della libertà e della democrazia”.
Il Sindacato Pensionati Metropolitano – conclude Tronco – nell’evidenziare la grande preoccupazione per la scelta effettuata del Sindaco di Venezia, vuole riaffermare con forza i valori fondanti di democrazia e di libertà, gli stessi che hanno guidato i nostri Partigiani per la salvezza dell’Italia. Venezia è e rimarrà una città antifascista, da sempre aperta all’accoglienza e alla diversità e il Sindaco deve esserne il garante, senza fuorvianti ritorni al passato, antistorici e quantomai dannosi per il nostro Paese”.