Verso la manifestazione del 1° giugno a Roma

A Mestre, lo SPI CGIL Metropolitano Venezia con FNP CISL Pensionati, UIL Pensionati e con… 16 milioni di buoni motivi. “DATECI RETTA” – sottolinea Daniele Tronco, segretario generale dello SPI CGIL Metropolitano Venezia – “è la parola d’ordine con cui chiederemo al Governo la difesa e la tutela dei diritti dei pensionati, messi a dura prova dai tagli alle rivalutazioni e dalle diminuzioni del potere d’acquisto, nonché da politiche di riduzione e taglio ai servizi sociali e sanitari, essenziali per la vita degli anziani. “Paghiamo più di tutti i pensionati d’Europa  – conclude Tronco – e le risorse recuperate dalla lotta all’evasione e all’elusione devono essere destinate a ridurre la pressione fiscale sui pensionati e lavoratori. Sono circa 81 mila gli anziani della provincia di Venezia a subire il taglio della pensione, solo perché “colpevoli” di ricevere un assegno superiore ai 1537 euro lordi al mese (circa 1200  euro netti). Continueremo quindi a mobilitarci contro questi provvedimenti, oggi a Mestre in una assemblea pubblica unitaria e il 1° giugno a Roma”.