Videoconferenza dello SPI, estesa alla FP, su situazione Strutture sanitarie e Case di Riposo

Una cinquantina, i partecipanti alla videoconferenza indetta da Daniele Tronco, Segretario generale dello SPI CGIL Metropolitano Venezia, con l’invito esteso a Daniele Giordano, Segretario generale della FP CGIL Venezia, proprio alla luce delle interconnessioni esistenti tra dipendenti e ospiti delle Strutture sanitarie e delle Case di Riposo.
Temi, questi, illustrati da Giordano nel suo Report, con l’ausilio di schede sulla attuale situazione nel Veneto e nella nostra Area Metropolitana. Un esaustivo excursus, a partire dall’analisi dell’esistente, viste le difficili previsioni sull’andamento del Coronavirus.
Numerosi i successivi interventi sulle problematiche, che vedono coinvolti gli anziani rispetto al Coronavirus, tra cui quello di Francesca Benvegnù, responsabile del Dipartimento Socio Sanitario dello SPI Metropolitano Venezia.
“Siamo a ringraziare Giordano – commenta Daniele Tronco – proprio perché, anche se non in presenza della drammaticità in cui versa Merlara, nel Padovano, lo stato di attenzione per le nostre Case di Riposo è altissimo. Ma non solo. Non dobbiamo infatti dimenticare le enormi difficoltà, che devono affrontare le famiglie con la chiusura dei Ceod, il grande tema delle badanti, dell’assistenza al disagio mentale e di quella domiciliare, solo per citarne alcuni. Non ultima, la solitudine delle moltissime persone anziane che si vedono private, anche se per la loro salvaguardia, degli affetti e della socialità.
Noi dello SPI – conclude Tronco cerchiamo di essere vicini il più possibile alle persone anziane, anche attraverso le nostre Sedi territoriali, a disposizione telefonicamente. Perché, soprattutto in questo difficilissimo momento, noi ci siamo.
Lo SPI c’è.”