Incontro tra Sindacati Unitari dei Pensionati e AVM, sulle nuove modalità di rinnovo abbonamenti agli over 75

Incontro interlocutorio, quello avvenuto tra i Sindacati Unitari dei Pensionati Veneziani e AVM – l’Azienda Veneziana della Mobilità – a seguito della richiesta inoltrata dalle Organizzazioni sindacali, per discutere sulle recenti modifiche relative al rinnovo degli abbonamenti annuali per gli over 75, abbonamenti, ricordiamolo, gratuiti con reddito Isee fino a 16.600 euro, con riduzione del 50% da 16.600 a 32.000 euro e a prezzo pieno con reddito Isee superiore ai 32.000 euro.
Una recente decisione di AVM fissa infatti, nello specifico, la scadenza del titolo di viaggio al 31 dicembre. Ma se l’abbonamento – questo, uno dei quesiti posti dai Segretari dei Pensionati – venisse rinnovato ad esempio nel mese di giugno, cosa ne sarebbe dell’importo di quei sei mesi di validità perduta?
La nuova modalità decisa da AVM prevede, nella fattispecie, la richiesta di rimborso mediante un modulo scaricato dal sito dell’azienda stessa e presentato solo per via telematica.
Ma questa modalità – ed è qui il nocciolo della questione sottolineato dai Sindacati – riguarda persone anziane, che già debbono affrontare, nella maggioranza dei casi, le incognite dell’età con problematiche economiche, sanitarie e, non ultima, la solitudine.
A ciò si aggiunga la scarsa, se non assente, dimestichezza con la tecnologia, che li esclude automaticamente da quella democrazia digitale tanto sbandierata, ma non davvero ancora attuata.
Ecco il perché dell’incontro, per poter quindi affrontare al meglio tale problematicità, al fine di preservare la dignità degli anziani, fosse anche agevolando modalità e sistemi di riscossione veloci, pratici, di facile comprensione.
Nel corso di questo primo incontro – che ha i visto presenti Daniele Tronco per lo SPI CGIL Metropolitano Venezia, Gino Valotto per la CISL FNP e Renzo Pesce per la UILP – l’Azienda Veneziana della Mobilità – rappresentata dal dirigente Giovanni Santoro – si è intanto resa disponibile a valutare soluzioni organizzative, per facilitare le pratiche in oggetto.