Piazzale Resistenza. Piazza virtuale di Democrazia vera.

“E’ necessario rinverdire quella riflessione, lo dico ai giovani. Erano ragazzi e ragazze quelli che combatterono quella volta. In quelle condizioni, non si poteva stare in un sindacato o in un partito. Si veniva fucilati. Anche oggi abbiamo bisogno di quei valori che quei ragazzi ci hanno lasciato. Tanti di quelli che ci hanno lasciato, erano i ragazzi di allora. Dobbiamo dirlo alle nuove generazioni. Recuperate, ragazzi, le memorie dei vostri nonni, le loro storie. Scrivetele voi le loro storie. Come tante sono le storie delle tante donne impegnate nella Resistenza, che quotidianamente andavano nella lotta partigiana. Ascoltiamo quelle storie. Tutti i valori che oggi paiono scontati, sono il frutto delle loro conquiste. Domani toccherà a voi ragazzi difendere la Costituzione, perché nulla arriva gratis. Bisogna conquistarselo. Quei ragazzi ci hanno lasciato un grande tesoro: il Paese. I partigiani ci hanno lasciato anche una nuova Europa. Dobbiamo difenderla quell’Europa. Viva la Democrazia in questo Paese!”.
Queste le parole commosse di Ivan Pedretti, Segretario nazionale dello SPI CGIL, a conclusione della bellissima Festa del 25 Aprile organizzata dallo SPI CGIL Metropolitano Venezia e introdotta dal suo Segretario generale, Daniele Tronco, in una videoconferenza aperta e in diretta sui social. Grande e sentita la manifestazione nel Piazzale Resistenza, una piazza virtuale di Democrazia reale, insieme ad ANPI, UDU, Rete Studenti Medi, Iveser, Camera del Lavoro. Con letture, filmati sulla Liberazione e con la musica di Luca Bassanese. Tutti insieme. A festeggiare la ricorrenza non solo della fine di un conflitto, ma del dono di una Costituzione che ci ha ridato la Democrazia.