Costituzione Resistenza Lavoro

Per guardare al domani, spesso mi guardo indietro e continuo a imparare, che le conquiste più importanti si sono ottenute con l’inclusione e la fratellanza. Così è stato nella ribellione al fascismo e così è stato anche nelle battaglie per la difesa del lavoro“. E’ uno, fra tra i vari e qualificanti concetti espressi da Andrea Lenarduzzi, dell’ANPI CGIL Venezia, nella sua introduzione all’iniziativa – …che mira a tracciare un filo rosso tra… – “Costituzione Resistenza Lavoro“, trasmessa in diretta Facebook sulla pagina del Sindacato veneziano.
Toccanti i filmati e le testimonianze trasmesse, a corredo degli interventi dei relatori presenti all’iniziativa.
-Marco Borghi, del Comitato Scientifico IVESER, – “…il 25 Aprile non è solo una data, ma dovrebbe essere un orizzonte, una bussola per 365 giorni all’anno…“.
Lorenzo Mazzoli, Segretario SPI Nazionale e Presidente Sezione ANPI CGIL Nazionale – “…la memoria emotiva è uno dei principi assoluti per il vissuto delle persone, che ascoltano quelle parole. Con le nuove generazioni, dobbiamo trasferire la memoria emotiva a quella storica, una memoria che stabilizzi ciò che è avvenuto in quegli anni…“.
Ugo Agiollo, Segretario generale CGIL Metropolitana Venezia – “…fare queste iniziative non è solo ricordare, vuol dire quanto oggi sia necessario ancora intervenire per fare in modo, che quei valori vengano vissuti giorno dopo giorno…
Carlo Ghezzi, Vicepresidente nazionale ANPI – “…la Resistenza è stato indubbiamente il fatto più significativo nella storia d’Italia, nella storia di un Paese che ha poco più di 150 anni di vita…“.
Intervenuta anche Francesca Benvegnù, Responsabile Dipartimento Socio Sanitario SPI Metropolitano Venezia e Luciano Favaro, Segretario Lega SPI CGIL Mestre – “…mio padre, partigiano combattente dei GAP e mia madre, staffetta partigiana…“.
Ha coordinato i lavori Daniele Tronco, Segretario generale SPI CGIL Metropolitano Venezia